Auto a Ginevra: a bordo comanda l’elettronica

Alta tecnologia a bordo è il tema dominante dell’ultima edizione del Motor Show di Ginevra. Lo affrontano costruttori come Volvo, Mercedes ma anche Ferrari che prevede di montare sui nuovi modelli il sistema Car Play di Apple per consentire all’automobilista di effettuare chiamate, utilizzare mappe, ascoltare musica, accedere ai messaggi con una sola parola o col tocco.

La Volvo conta di montare l’ iPhone system sulla XC90. Mercedes dovrebbe impiegare il sistema nella classe S. L’idea ha pero’ dei limiti. Ma quali?

Anna Buettner, Manager della IHS Automotive: “La cosa comporta l’avere sullo schermo di bordo la Apple Maps, per la navigazione, le funzione del telefono, la musica. Ma quando si passa alle applicazioni dei social network spuntano i limiti. Non si riesce ad avere un accesso completo a Facebook come avviene sul telefonino”.

Anche Rolls-Royce sta incorporando in plancia assistenze alla guida per la nuova 2015 Ghost Series dal costo di 230,000 mila euro.

La nuova assistenza satellitare consente la gestione dei dati GPS in relazione a quello che il veicolo percepisce sulla strada.

Robert Kilty, responsabile marketing della Rolls-Royce:

“Quest’auto ha un design evolutivo e con questo vengono introdotti innovativi sistemi tecnologici. Fra questi la trasmissine satellitare. Tecnologia che consente all’auto di adoperare sistemi di navigazione oltre alle informazioni GPS per sapere quello che si presenterà sulla strada, per vedere dietro l’angolo. Insomma una elettronica auto prezzo sempre piu’ adeguata alle strade che verranno”.

La nuova Infiniti Q50 Eau Rouge ha le sue soluzioni d’alta tecnologia col navigatore e le applicazioni smartphone. Innovativa anche la ‘Direct Adaptive Steering Technology’ che guida elettronicamente la sterzata delle ruote.

Nessun volante invece per questa futuristica monoposto della Toyota, la FV2. Per far funzionare il veicolo bisogna spostarsi da una parte all’altra col corpo. La mancanza del volante è una delle cose piu’ rivoluzionarie della vettura.

Sembrerebbe la Batmobile ma è solo un veicolo del futuro. Il marchio francese Lazareth sfodera la sua ultima creazione la Wazuma GT, un mix fra un’automobile e una moto. Stando al costruttore il veicolo è dotato di tutti gli standard di sicurezza.

Ludovic Lazareth, designer:

“La gente si sorprende perchè si tratta di un veicolo di categoria insolita visto che ha tre ruote. Cosi’ non è nè una elettronica auto nè una moto.

In Europa lo si riconosce come triciclo”.

La Nissan’s ‘BladeGlider’, è derivata dalla ZEOD RC di Le Mans ma resta uno dei prototipi meno convenzionali a Ginevra. La tecnologia elettrica con batterie al litio la rende un veicolo a zero emissioni. Puo’ portare due passeggeri.

La Volkswagen XL1 viene sbandierata come la piu’ efficiente del pianeta. Dotata di un motore ibrido che le consentirebbe di fare 100 km con un litro di gasolio. Le batterie aggiungono poi 50 km a trazione elettrica.

Meteor Fulu E.T. è il veicolo elettrico cinese

che utilizza batterie al piombo – acido, con autonomia di cento km alla velocità di 40 km/h.

Biposto lungo solo 2,25 metri, necessita di una superficie di parcheggio inferiore del 24% a quella di cui ha bisogno una Smart.


Search form
Display RSS link.
Link
Friend request form

Want to be friends with this user.

QR code
QR